01/12/16

Panini alla ricotta

Adoro panificare. Basta un pizzico di fantasia e si possono fare tante cose: pane al basilico o alla menta o al pomodoro, pane speziato alla curcuma o al peperoncino, pane morbidissimo al latte o con la consistenza ruvida della farina di mais. 

Quando Cibo et Vino Shop mi ha affidato la farina di grano tenero tipo 1 di Sole Estrusco, profumata e dal colore intenso, ho subito pensato di mescolarla con qualcosa di candido: ricotta fresca, ed un tocco di farina di riso. Ne sono nati dei panini piccoli ma di grande aroma, dorati, croccanti fuori come piacciono a me ma anche pieni di tenera mollica all'interno.

20/11/16

Scorfano al forno con noci e pistacchi

Dico senza timore che il pesce è il mio punto debole. Ammiro tantissimio mia suocera, che da buona veneziana doc al solo sentire il nome di questa o quella specie inizia a declinare ricette di ogni tipo. Io no, a me serve calma e consentrazione. Ma il risultato vale l'attesa.

Prendete dei filetti di scorfano, trovati ad un prezzo ridicolo nella solita bancarella del solito mercato dove ormai sanno i miei gusti. Come li fareste? Io parte li ho trasformati in un bel sugo per la pasta, con gli ultimi pomodorini degni di questo nome (italiani, gli Olanda li lascio ad altri). I più, sono stati cotti in modo facile ma gustoso, come piace a me: una croccante panatura di noci e pistacchi, il morbido del pesce sotto, 20 minuti di forno più 5 per preparare tutto. Non sarò veneziana doc, ma mi difendo bene! Suocera, non ti temo. O meglio, solo un pochino. Ma mica in cucina.. :)

14/11/16

Torta di rose (di Iginio Massari)

Molti chef e pasticceri hanno profili social, ma pochissimi di loro interagiscono con chi li segue e svelano qualche trucco concreto. Tra questi c'è sicuramente il Maestro Iginio Massari, che dalla sua pagina Facebook risponde spesso a chi chiede un suggerimento o pubblica un commento spiritoso. A volte regala anche intere ricette, come in questo caso.

Mi sono divertita molto a rifare questa torta di rose, seguendo la sua ricetta ma con un mio tocco. Cliccando QUI potete trovare la ricetta del Maestro Massari, a colpo d'occhio noterete subito che sono mie sia l'aggiunta dei mirtilli disidratati che l'uso del cacao durante la sfogliatura. Dove la ricetta non precisava, ho usato il mio intuito. Il risultato finale lo adoro: questa torta è morbida, profumata, ricca di aromi e di sapori. Ho intenzione di pubblicarne la foto sulla pagina del Maestro Massari, dovesse commentarla (onore!) ve lo scriverò.
Dettaglio dell'interno: si intravede la sfogliatura al cacao

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...