19/09/12

Timballo di pasta vegetariano


Ho deciso di preparare un timballo di pasta, uno di quelli eleganti e compatti, invitanti e leggermente misteriosi perchè "chissà cosa c'è dentro". Beh, dentro c'è lo stretto necessario. Non ho voluto caricare troppo la ricetta, il tutto quindi è piuttosto leggero e dai gusti semplici e decisi. Questo per evitare di proporvi la solita ricetta - bomba che in questi casi molti foodblogger tirano fuori, ma anche per esaltare al massimo la velocità e la facilità di realizzazione del timballo.


Ingredienti per 5-6 persone:

- 500 gr di pasta (in questo caso penne rigate)
- 400 gr di passata di pomodoro
- 125 gr di mozzarella
- 1/2 cipolla bianca
- 5 foglie di basilico
- sale marino grosso Gemma di Mare
- sale marino grosso integrale Gemma di Mare
- olio


Procedimento:

Cuocete la pasta come d'abitudine, al dente. Nel frattempo tagliate la cipolla in modo regolare, e fatela saltare in padella a fuoco vivo con un filo d'olio.

Quando prende colore, aggiungete la passata di pomodoro e il basilico. Cuocete per una decina di minuti, quindi salate e togliete dal fuoco.

Ho voluto salare con un sale grosso integrale, perchè trovo che dia quel tocco di gusto in più ad un sugo di suo povero e quindi perfetto per esaltare la piccola ma importante presenza di un sale ricercato.

Scolate la pasta e unitevi 4 cucchiai di sugo. Rivestite poi una teglia da forno non troppo grande con della carta forno.

Versate metà della pasta nella teglia, quindi copritela con metà della mozzarella ben scolata e tagliata a cubetti e metà del sugo rimasto. Versate il resto della pasta, e coprite nuovamente con mozzarella e sugo.

Infornate per 25 minuti a 220°C.


Consigli:

Potete realizzare questo timballo anche negli stampi da dolci. Perfetti quelli per ciambelle o per plum-cake.

Per decorare il timballo ho disposto delle fettine di pomodoro ciliegino sul fondo della teglia, prima di versare la pasta.

Volete rendere ancora più elegante il tutto? Foderate la teglia con delle fette di melanzana già cotte. Ancora, spolverate con del formaggio grana prima di infornare per un risultato ancora più invitante (come sa chi mi segue io evito sempre, perchè il mio compagno non sopporta questo formaggio).

Vi ho messo sia la foto del timballo appena uscito dal forno che quella del timballo già girato e pronto ad essere servito. Vedete voi come portarlo in tavola... :)

8 commenti:

  1. Un timballo perfetto e dagli ingredienti sicuramente buono, Complimenti,

    RispondiElimina
  2. Perfetto, semplice, genuino e gustosissimo! Un abbraccio, Manu

    RispondiElimina
  3. Sembra veramente ottima e sopratutto cementificata!!Io non ho mai fatto un timballo però mi piacerebbe,mio padre mi ha raccontato che sua nonna faceva una pasta al forno alla calabrese rivestita di...Pasta frolla!!si!.!!Lui scartava l'esterno e mangiava tutta la pasta!Bene,le tue ricette mi piacciono sono leggere!!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rivestita di pasta frolla? Questa la devo provare! Per il momento mi sono fermata alla "torta di pappardelle" fatta con la brisée...

      Elimina
  4. Molto appetitoso e invitante!!! Complimenti, un bacione

    RispondiElimina
  5. Che bellissimo... ho visto per la prima volta questo piatto... (io non tolgo il tegame...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paese che vai, presentazione che trovi... :) Mi spiace di non avere dentro un istinto nipponico, tu avresti certamente trovato il modo di renderlo ancora più elegante... i cibi che fotografi sono così splendidi!

      Elimina
  6. Ciao Monica, sono venuta a fare un giretto da te e trovo questo timballo leggero e d'effetto, non ho mai provato a prepararne uno e a presentarlo così.
    Grazie dell'idea!

    ciao loredana

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...