20/03/13

Gelée al miele e pino mugo

Questa ricetta prende spunto dalle classiche gelée di frutta, le caramelline morbide ricoperte di zucchero normalmente all'arancia o al limone. Ma potevo io fare una classica gelée? Chiaramente no! Con le barrette Ad Chini al pino mugo e vaniglia ed un pizzico di immaginazione ho realizzato queste gelée dal gusto insolito e ricercato, con una base croccante ma perfette per essere mangiate come caramelline! Ringrazio tutti quelli che sulla mia pagina facebook mi hanno dato degli ottimi suggerimenti per gli accostamenti possibili con il pino mugo, li terrò presenti sicuramente per altre ricette.


Ingredienti:

120 ml di acqua
100 gr di miele
70 gr di zucchero
2 barrette Furbetta alla vaniglia e pino mugo AD Chini
6 gr di colla di pesce
aroma di vaniglia


Procedimento:

Sciogliete lo zucchero nell'acqua tiepida, quindi unite il miele e la vaniglia. Per l'aroma di vaniglia utilizzate 1/2 fiala per dolci o mezzo baccello di vaniglia (di cui, vi ricordo, va usata la parte interna).

Mettete in ammollo la colla di pesce in poca acqua, ed intanto coprite il fondo dei vostri stampini con le barrette, modellandole con le mani fino a formare una base uniforme

Scaldate il composto con il miele assieme alla colla di pesce ben strizzata, portate a bollore e fate andare per 2-3 minuti. Riempite subito gli stampini, quindi lasciate a raffreddare a temperatura ambiente.

In seguito spostate il tutto in frigorifero, per almeno 4 ore.

Infine, togliete le gelée dagli stampi, tagliate le singole caramelline con un coltello e rotolatele nello zucchero.


Consigli:

Non preoccupatevi se i cereali delle barrette, quando versate la gelatina liquida, galleggiano.

Io ho fotografato la gelée intera, parzialmente coperta di zucchero per mostrarvi l'effetto. Ricordate però che non è un dolce da mangiare così, perchè troppo compatto. Dovrete comunque servire le caramelline singole, o ridurre a 4gr la colla di pesce per ottenere un risultato più morbido.

Pino mugo, vaniglia e miele è un abbinamento vincente. Se cambierete questa ricetta (per esempio sostituendo la base di cereali con altro, o variando le proporzioni degli ingredienti) vi sconsiglio di modificarlo.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...