18/09/13

Strudel (ricetta originale)

 "Che ci vuole a scrivere la ricetta originale dello Strudel" direte voi. "Basta cercare in Internet e salterà fuori!" starete pensando. Beh, non è esattamente così. Lo Strudel ha origini turche, e si è fatto conoscere sotto l'Impero austro-ungarico fin dalla metà del XIX secolo (1850 o giù di lì, per capirsi). E' diffusissimo, non solo in Trentino ma anche in tutto il nord-est italiano ed in Austria, senza dimenticare le zone limitrofe... Non esiste una ricetta definita dello Strudel, non esiste un solo modo di farlo ma esistono piuttosto tante varianti dello stesso dolce di base. Ecco perchè, per riuscire a creare questa ricetta, ho dovuto studiare parecchio.

Vorrei precisare che ho categoricamente scartato TUTTE le ricette dei cuochi televisivi e dei principali siti di ricette. Non so voi, ma io li ritengo poco affidabili in questi casi. Come si può credere che chi presenta un mare di ricette le abbia curate tutte personalmente, studiandole e provandole più volte prima di presentarle? Io ci ho messo quasi due anni per pubblicare le attuali 250 ricette circa, e ho dovuto davvero impegnarmi! Senza contare che qualche ricetta è davvero di base, soprattutto tra i contorni.. Ma chi per stagioni intere presenta 8 ricette al giorno come fa?? Chi ha il sito pieno di ogni piatto tradizionale di ogni parte del mondo lo conosce davvero?? Secondo me, di originale c'è poco! E nel mio blog, esaltazione pura della cucina casalinga, è l'originalità che conta...

Morale della storia, mi sono affidata ai piccoli blog come il mio, che studiano e sperimentano come me, ed a pochi selezionati libri di cucina austriaca. Ne è uscita questa ricetta, che ho intenzione di tenere come mia ricetta base dello Strudel dato che merita veramente molto. E' un poco lunghetta da preparare, circa 40 minuti più cottura, ma può essere velocizzata con l'uso di pasta frolla o sfoglia. Inoltre è davvero facile da realizzare, il risultato finale è assolutamente delizioso e vi farà fare un figurone...


Ingredienti:

Per la pasta

- 100 ml di acqua
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- 3 cucchiai d'olio di semi
- 20 gr di burro

Per la farcitura
 
- 800 gr di mele sbucciate e curate
- 60 gr di uvetta
- 50 gr di pangrattato
- 50 gr di burro
- 50 gr di zucchero
- 30 gr di pinoli 
- 5 chiodi di garofano
- mezzo cucchiaio di cannella
- un cucchiaino di rum


Procedimento:

Per prima cosa la pasta. Lavorate tutti gli ingredienti insieme, consiglio con le mani, fino a formare una pasta compatta ed omogenea. Avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per mezz'ora.

Per la farcitura sbucciate e curate le mele, fino ad averne circa 800 gr. Tagliate la frutta quindi a cubettini non troppo grossi e molto regolari, perchè in cottura non ci siano sorprese.

In una padella fate fondere il burro, ed aggiungete il pangrattato. Fate andare qualche minuto a fuoco medio, per tostare il pangrattatto. Aggiungete quindi, fuori dal fuoco, le mele. Mescolate, quindi nell'ordine incorporate uvetta e pinoli, zucchero, cannella, chiodi di garofano e rum. Mescolate dopo ogni aggiunta, perchè i sapori si dispongano in modo omogeneo. 

Rimettete sul fuoco pochi minuti, poi fate intiepidire (magari togliendo tutto dalla padella...).

Stendete la pasta su della carta forno, per evitare che aderisca al piano di lavoro. Dovete stendere il tutto molto molto sottilmente fino a formare un rettangolo lungo e stretto. Per capirsi la mia pasta è diventata lunga circa un metro.

Stendete le mele nella prima parte della pasta, dopo aver tolto i chiodi di garofano, lasciando un paio di centimetri liberi su ogni lato, quindi arrotolate aiutandovi con la carta forno per ruotare lo Strudel. Sigillate i bordi, e bucherellate leggermente la pasta in un paio di punti.

Infornate in forno caldo a 190°C per 40 minuti circa, o comunque fino a cottura della pasta (se non l'avete stesa molto sottile). Per un risultato più dorato, spennellate con i 20 gr di burro fuso lo Strudel.

Lasciate freddare, quindi cospargete con zucchero a velo e porzionate. Servite, a piacere, con gelato alla vaniglia, panna o crema pasticcera.


Consigli:

Come dicevo, la ricetta è molto più veloce se usate della pasta sfoglia o simili preparati già pronti. La cottura, allora, si riduce a circa 30 minuti.

Variate le dosi delle spezie seguendo i gusti personali, e togliete il rum se ci sono bimbi. La ricetta originale (o quasi, come dicevo) può far colpo, ma nulla batte un dolce perfettamente adattato ai gusti di chi vi sta vicino.

Realizzate lo strudel il giorno prima di quando volete servirlo, o almeno qualche ora prima. Deve essere perfettamente freddo, così da poterlo tagliare e da avere i gusti abbastanza amalgamati.

9 commenti:

  1. Mi piacciono tanto le tue parole, si legge l'autentica passione per la cucina e per tutto ciò che è autentico, casalingo, per i sapori di una volta. Da tempo ho voglia di provare lo strudel e a questo punto credo proprio di aver trovato la ricetta che fa per me! :)

    RispondiElimina
  2. Verissimo ciò che hai scritto, per certe ricette i programmi televisivi bisogna prenderli con le pinze, qui hai ottenuto uno strudel meraviglioso, grazie della ricetta e buona giornata......

    RispondiElimina
  3. mi sono imbattuta anch'io nella preparazione di alcune ricette regionali e non è facile, neanche i libri alle volte ti vengono in aiuto, e poi come ogni ricetta regionale esistono le varianti locali (da paesino a paesino) però poi è una grande soddisfazione arrivare a pubblicare un post come il tuo e sapere che la parola orginale ha un senso:-)
    complimenti!

    RispondiElimina
  4. Bravissima per la cura e ricercatezza nel trovare la formula giusta, il risultato sarà stato senza dubbi strepitoso!

    RispondiElimina
  5. Lo strudel resterà un dolce a cui non rinuncerò mai! :D
    Bravissima, il tuo è davvero invitante *----* <3 ottimo!!
    Incoronata.

    RispondiElimina
  6. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Complimenti per lo strudel!!! inoltre se passi sul mio blog c'è un bellissimo premio che voglio condividere anche con te! un salutone!

    RispondiElimina
  8. complimenti ..si sente che ci mette veramente tanto entusiasmo in quello che cucini ...

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...