22/02/14

Ljubljanska al vino bianco

E' da parecchi giorni che non scrivo nulla di nuovo, e mi dispiace. Le ultime due settimane però sono state davvero frenetiche, non ho avuto neanche il tempo di respirare! Spero che ora le cose si tranquillizzino un poco, anche se in un periodo di crisi come questo in fin dei conti c'è da ringraziare di avere la possibilità di correre a destra e a manca.... 

Per scusarmi della mia assenza, vi voglio proporre la mia personale rivisitazione di un piatto tipico sloveno. La Ljubljanska è composta da due fettine di maiale (solitamente lonza) farcite con formaggio e prosciutto e quindi fritte dopo essere state coperte di una pastella fatta con uovo e farina (che durante la frittura tende a gonfiarsi parecchio). E' un piatto delizioso, molto gustoso ed invitante. Ricorda in qualche modo la Cordon Bleu, anche se questa è fatta con il pollo, è più sottile ed ha una panatura più secca.

Come sapete, tuttavia, io non amo molto friggere, vuoi per la pesantezza che questa cottura da ai cibi, vuoi per l'odore che resta addosso ed in casa... il mio compagno inoltre non sopporta quasi nessun tipo di formaggio! Ho così tentato di riprodurre la Ljubljanska (che si scrive così perchè proviene da Ljubljana, in italiano Lubiana, la capitale slovena), adattandola più ai gusti di casa... il risultato? Un piatto succoso, saporito, profumatissimo e delizioso! Da provare assolutamente!!!


Ingredienti per 2 persone:

- due fette di lonza alte un centimentro abbondante (o quattro fette normali)
- 100 gr di prosciutto cotto di Praga
- 70 gr di ricotta vaccina
- pan grattato
- timo, origano ed erba cipollina essiccati
- un filo d'olio
- sale e pepe
- vino bianco


Procedimento:

Se avete preso dal macellaio due fette di lonza piuttosto spesse, tagliatele a metà a formare una tasca (non dividetele completamente, dunque!) ed apritele a libro. In caso contrario, per il momento prendere solo due delle quattro fette di normale spessore che vi siete procurati.

Farcite con un primo strato di ricotta, quindi con il prosciutto, e poi ancora a terminare con la ricotta. Chiudete le fettine o sovrapponetevi gli altri due pezzi di carne acquistati, e fermate il tutto con degli stuzzicadenti.

Prepariamo ora la panatura. Unite ad una ciotolina di pangrattato pochissimo pepe, un pizzico di sale, abbondante origano secco ed anche un poco di timo o erba cipollina se ne avete. Ungete la carne con un filo d'olio, quindi copritela con la panatura.

Scaldate a fuoco molto alto una padella perfettamente antiaderete ed appoggiatevi la carne. Coprite e cuocete senza aggiungere nulla per 5 minuti a fiamma moderata. Girate la carne e proseguite per altri 5, badando che non bruci. A cottura ultimata aggiungete un filo di vino bianco (basta meno di mezzo bicchiere), assicuratevi che non perda il bollore quindi abbassate la fiamma e chiudete con il coperchio. Dopo qualche istante, si sarà formata una deliziosa crema sul fondo della pentola, e potrete servire.

Io ho completato con dei carciofi saltati a fuoco vivo con un cucchiaino di succo di limone e della menta.


 
Consigli:

Per la panatura vi ho suggerito di usare tutti ingredienti secchi perchè così potrete conservare il tutto a lungo, ma se non prevedete di farlo potete usare anche ingredienti freschi. 

Sempre se intendete conservare la panatura, dovete far in modo che non entri in contatto con la carne. Una mano quindi la userete per prelevare piccole quantità di pangrattato dalla ciotola e versarle sulla carne (senza toccare quest'ultima!) disposta in un piatto  mentre con l'altra mano farete aderire la panatura alla carne evitando. Basta infatti che usiate la stessa mano per toccare carne e panatura nella ciotola, perchè tutto sia da buttare.

2 commenti:

  1. Azzz...bello rivederti e che piatto gustoso, complimenti e grazie...

    RispondiElimina
  2. ma che bontààààààà!!!!

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...