19/10/14

Ali di razza ai mandarini satsuma

Ammetto di essere fortunata, anzi fortunatissima. Posso fidarmi a lasciar vagabondare per un mercato la mia dolce metà, e star certa che comprerà esattamente quello di cui ho bisogno più qualcosa che non sapevo mi servisse ma in realtà...serve eccome!
Ho voluto usarli in una ricetta davvero banale nella sua semplicità, a cui hanno dato un tocco in più che nessun altro agrume di mia conoscenza avrebbe potuto regalare. Acquistateli, se li trovate nelle vostre botteghe di fiducia, non vi deluderanno!
L'ultima scoperta in tal senso è quella dei mandarini satsuma, nome che ho dovuto ripetere più e più volte per mandarlo a memoria. Si tratta di frutti grossi quanto un mandarino, e che scambiereste per quest'ultimo se non fosse che hanno una buccia verde brillante. Appena tagliati rivelano una splendida sorpresa, una polpa succosa e profumata di un arancio intenso. Sono privi di semi (con mio sommo dispiacere, altrimenti ne avrei tenuti alcuni da parte per provare a far nascere qualche piantina), e perfetti per la cucina. Hanno un sapore piuttosto aspringno, ma non forte e fastidioso come quello di un volgare limone, piuttosto piacevole e rinfrescante.



Ingredienti per 2 persone:

- 2 o 4 ali di razza, in base alla dimensione
- uno spicchio d'aglio
- un rametto di timo- tre mandarini satsuma
 

Procedimento:

Scaldate l'olio in una padella con l'aglio. Lo spicchio d'aglio evitate di pelarlo completamente, piuttosto schiacciatelo con il palmo della mano o la lama di un coltello in modo che si apra rivelando in cottura un aroma più delicato e digeribile.

Quando la padella, ben capiente, sarà calda inseritevi le ali di razza ed il timo. Cuocete qualche minuto, poi voltatele con attenzione. Tagliate a metà i mandarini satsuma e spremeteli direttamente in padella. Abbassate la fiamma e proseguite la cottura a pentola coperta.

 
Una volta cotte, servite le ali di razza con la salsa creatasi.


Consigli:

Evitate come la peste altre spezie, o il vino per la classica sfumatura. Gli ingredienti devono restare pochi ed i gusti devono essere ben definiti, altrimenti perderete la meraviglia di questi mandarini!

23 commenti:

  1. Ahhhh buona, gustosa, tu essere brava cheffa :P
    andreadz

    RispondiElimina
  2. Mandarini satsuma??? Devo cercarli!!!!
    Kisses doll!!!
    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che ti sorprenderanno!!!!

      Elimina
  3. Ciao Monica ricetta molto particolare e curiosa in quanto nn sono molto amante del pesce e scusa se nella mia sconfinata ignoranza non sapevo che si potessero cuocere le ali di razza e non conoscevo nemmeno questo agrume!!!! Il bello dei blog è proprio quello di poter condividere cose nuove e aprire gli orizzonti....parlo soprattutto per i miei...grazie per questa ricetta....buona settimana...kiss!
    Serena
    Ilmiocottage.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena, in cucina siamo tutte ignoranti visto che è semplicemente impossibile sapere come preparare ogni singolo alimento... il pesce, è l'ultima cosa a cui mi sono avvicinata in cucina perchè l'ho sempre creduto complicato da preparare...ed invece mi sbagliavo!
      E si, il bello dei blog è proprio questo.. e nel mio piccolo, mi fa piacere condividere le mie idee con chi legge! E' l'unica cosa che mi spinge a pubblicare ricetta dopo ricetta...

      Elimina
  4. complimenti per questa ricetta buonissima!
    buona settimana..simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! E buona settimana anche a te!

      Elimina
  5. Adoro il pesce, ma lo preparo poco a casa, non mi sento pratica.
    Questo abbinamento con quel frutto particolare dev'essere ottimo, buon lunedì cara omonima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trucco con il pesce è semplificare le ricette secondo me... e questa beh, più semplice di così non si può fare!

      Elimina
  6. Se non sbaglio, che sorpresa vedere le nostre arance nel tuo piatto! Ma da noi le bucce hanno il colore arancione e le polpe sono troppo dolci per usarli per la cucina...
    mi sono informata qui
    http://fr.wikipedia.org/wiki/Mandarine_satsuma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sono di una varietà leggermente diversa! La polpa nei miei era aspra, pungente, eppure si sentiva che erano maturi. E la loro buccia era di un bel verde brillante come vedi in foto!

      Elimina
  7. Che bella ricetta squisita, la razza ai mandarini deve essere buonissima e profumata! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente, ha invaso di profumo tutta la casa....

      Elimina
  8. Non conoscevo questa varietà di mandarini!

    RispondiElimina
  9. che bella ricetta semplice ed allo stesso tempo sfiziosa!

    grazie per essere passata da me!

    BLABLABLAlovinglanguages

    RispondiElimina
  10. Una favola!

    Da me c'è un nuovo outfit, ti aspetto!
    BABYWHATSUP.COM


    ( BUZZOOLE cera BLOGGERS come te, inizia a guadagnare ora!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, passo subito a vedere...
      p.s. quanto a buzzoole e mi dispiace ma ne faccio molto volentieri a meno, anche perchè lo scopo di questo blog non è certo il guadagno....

      Elimina
  11. Deve essere buonissimo, non amo particolarmente il pesce ma con questa ricetta ho l'acquolina in bocca
    Recensisco io.

    RispondiElimina
  12. Questi mandarini a Trieste maiiiiii. Le ali le trovo ma non sapevo come cuocere ora ho la tua ricetta grazie farò con il lime miste all'arancio. Buona domenica.

    RispondiElimina
  13. Cercali bene, che magari li trovi! In alternativa direi che la tua opzione mezzo lime e mezzo arancia potrebbe funzionare bene! Buona domenica anche a te...

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...