18/04/15

Coniglio al cartoccio con pere e rosmarino

Ci sono abbinamenti con cui siamo abituati ad avere a che fare, ricette che memorizziamo da piccoli e che ci portiamo dentro ogni giorno: chi dubiterebbe del sugo di pomodoro con l'origano? Chi esiterebbe davanti a mozzarella e basilico? Nessuno, appunto.
Ci sono poi abbinamenti più particolari, sui quali siamo dubbiosi, che non crediamo possano funzionare davvero finchè non li assaggiamo. Due anni fa ho preparato una mousse di pesche e basilico, ed ho ricevuto molti messaggi privati di persone piuttosto stupite di quanto in realtà la mia ricetta fosse buona. Questi abbiamenti, particolari ed insoliti, devo ammettere che sono quelli che più mi piacciono.
Ho scoperto qualche giorno fa quello pere e rosmarino, in una composta dolce che conto di rifare a breve. Ho voluto riproporre quello strano binomio in un piatto più complesso, senza relegarlo al semplice ruolo di "strana marmellata", ed è nato questo coniglio al cartoccio con pere e rosmarino.

P.s. non me ne voglia la Brambilla, che augura anni di galera a chi osa cucinare il coniglio, ma non sono vegetariana o vegana. Conto che lei impari a rispettare le abitudini culinarie altrui, come gli altri rispettano il suo aspirare ad essere un'icona vegana ed animalista pur commercializzando pesce.


Ingredienti:

- 500 gr di coniglio in pezzi
- una pera matura
- mezzo bicchiere di vino bianco
- un rametto di rosmarino
- uno spicchio d'aglio
- sale 
- olio
- una foglia di alloro


Procedimento:

In una padella calda, unta con un filo d'olio, fate scaldare a fiamma viva il coniglio con rosmarino (meglio se tritato finemente) ed aglio. Lo spicchio lasciatelo intero o tagliatelo al massimo a metà in modo di non smarrirlo poi tra gli altri ingredienti della ricetta.

Tagliate a cubetti la pera, e non appena sigillata la carne del coniglio su tutti i lati aggiungetela alla padella assieme all'alloro. Sfumate con il vino bianco e lasciate andare una decina di minuti il coniglio con le pere


Trascorso questo tempo salate e trasferite tutti gli ingredienti sopra due abbondanti fogli di alluminio da cucina, disposti a croce su di una teglia da forno. Chiudete il cartoccio con cura, quindi fate cuocere a 200 °C per circa un'ora.

Gli ultimi 5 minuti di cottura di questo coniglio al cartoccio con pere e rosmarino potete aprire il cartoccio per far asciugare il coniglio, se controllando rapidamente vi siete accorti che c'è troppo liquido (dipende molto dalla sugosità delle pere, e dalla qualità del coniglio).

Servite il coniglio al cartoccio con pere e rosmarino ben caldo, con abbondanti pere e un poco del fondo di cottura, dopo aver rimosso l'aglio e l'alloro.


Consigli:

Perchè la pera si senta bene, occorre evitare di aggiungere altre spezie: coprireste troppo i gusti che meritano davvero. Io poi ho servito il mio coniglio al cartoccio con pere e rosmarino con una fresca insalata, evitate i contorni troppo pesanti come le patate al forno.

La cottura a cartoccio ha il grande pregio di lasciare intatti gli ingredienti più fragili: le pere come vedete non perdono minimamente la loro consistenza, il coniglio non rischia di vedere forata la sua carne, e grazie all'umidità il rosmarino mantiene il suo bel colore. E' un piacere non servire il coniglio con pere e rosmarino sotto forma di gelatina!




19 commenti:

  1. Che bontà Monica, adoro la frutta nei salati, un piatto gustosissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente ispira molto anche me! Adoro sperimentare...

      Elimina
  2. Ottimo senz'altro ma a parte fritto che mangio io nessun altro mangia coniglio e siamo in due.... Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai fatto il coniglio fritto, mi credi? Toccherà sperimentare :)

      Elimina
  3. Be la Brambilla se ne esce con certe piazzate....la tua ricetta sembra davvero gustosa (e io il coniglio non lo mangio quasi mai!), bravissima! ;)
    Un bacione cara
    www.milleunrossetto.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Sono per gli abbinamenti particolari e questo mi sembra ottimo lo trovo delicato e... delizioso!!!
    Colgo l'occasione per rispondere alla tua domanda che mi hai fatto per il filetto in crosta di pistacchi, i pistacchi che ho utilizzato non sono ne tostati, ne salati.
    Un abbraccio
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temevo questa tua risposta cara, perchè da me sono molto difficili da trovare così! Ma continuerò la ricerca!
      Grazie dei complimenti!

      Elimina
  5. Cara Monica ma che deliziosa ricetta, io di solito lo faccio alla cacciatora mai provato con le pere ma dalla foto sembra proprio buono, bravissima , un bacio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non sono contenta se non sconvolgo le certezze degli altri ;)

      Elimina
  6. Monica questo piatto è buonissimo, si sente un profumino!
    baci
    simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è venuto su un odorino per tutta casa che non finiva più! Le pere caramellate con il salato emanano un profumo delizioso!

      Elimina
  7. Gnam gnam, gustosissimoooooooooooooo, grazi grazie ^^
    Alice P.

    RispondiElimina
  8. Mi piace fare abbinamenti inusuali quando cucino e il coniglio con le pere non lo conoscevo....la proverò....buona settimana....kiss!
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere come riesce cara! E buona settimana anche a te!

      Elimina
  9. buono, buono, buono.....
    una ricetta molto deliziosa!!
    un abbarccio

    RispondiElimina
  10. Una vera squisitezza..complimenti

    RispondiElimina
  11. Adoro abbinare la frutta alla carne! Mi piace molto questa tua versione coniglio con le pere, una ricetta sicuramente da provare! Un abbraccio!

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...