05/04/15

Tacchino in saor

Avete mai sentito la parola "saor"? Il saor è una preparazione tipica veneziana, a base di cipolle, citata anche da Carlo Goldoni nella sua opera "Le donne de casa soa" del 1755. Il saor nacque essenzialmente per conservare il pesce il più a lungo possibile, disposto a strati con questa salsa in terrine di terracotta. Tra i piatti più famosi con questa preparazione c'è sicuramente quello a base di sarde, le sardèe in saor, ma non è l'unica possibilità.

Qualche tempo fa i miei suoceri, veneziani, sono andati a cenare in un ristorantino tipico. Tra le varie cose proposte, si sono visti portare del tacchino in saor. Senza nessuna voglia di rubare la ricetta, ma piuttosto volendo ricrearne il sapore (tanto era buono il piatto), mia suocera si è messa all'opera. Ne è uscita la ricetta che vi propongo, che io non ho fatto altro che assaggiare. Il risultato è un piatto saporito ed al contempo semplice, facile da preparare e più che leggero per chi è a dieta o poco ci manca.


Ingredienti:

- 2 ali di tacchino
- una cipolla bianca
- un limone
- una stecca di cannella da un paio di centimetri
- una scheggia di noce moscata
- una foglia d'alloro
- 3 chiodi di garofano
- una manciata di uvetta
- olio
- sale e pepe


Procedimento:

Per questo tacchino in saor per prima cosa vanno cotte le ali di tacchino in pentola a pressione. Disponente perciò la carne nella pentola, copritele con dell'acqua ed aromatizzatele aggiungendo la cannella, i chiodi di garofano, la noce moscata, l'alloro, un poco di sale ed una fetta di limone.

Cuocete per circa 20-25 minuti da quando la pentola inizia a fischiare, quindi lasciate raffreddare. Disossate le ali di tacchino, gettando la pelle e tenendo solo la carne.

A parte affettate una grossa cipolla bianca e saltatela in padella con un dito d'acqua e pochissimo olio di oliva, assieme all'uvetta, a poco sale e ad abbondante pepe nero. Fate cuocere finchè la cipolla non sarà morbida, aggiungendo acqua quando serve per non far seccare.

Spruzzate il succo di mezzo limone sul tacchino, quindi copritelo con le cipolle ancora bollenti. Lasciate riposare per alcune ore, e servite il tacchino in saor freddo o appena tiepido dopo aver aggiunto dell'altro pepe fresco a piacere.


Consigli:

Credo che rifarò più volte questo tacchino in saor durante la primavera e l'estate, perchè è delizioso appena tiepida (anzi va mangiato così!) senza essere la solita noiosa insalata.

30 commenti:

  1. Penso anzi spero che tutti conoscano il saor in italiano corrisponde a "marinare" anche se gli ingredienti possono essere diversi ma l'aceto e cipolla non manca. Conosco bene il saor sono di Trieste come tu sai. Il tacchino mai fatto ma in saor mettevo strisce battute e panate e fritte di pollo e poi a strati nel saor e in frigo. Il giorno dopo rovesciavo in modo che i primi fossero gli ultimi ancora un frigo un paio d'ore e poi si portava via come pranzo al sacco con figlia piccola al bagno ecc. una ricetta che ha 40 anni forse anche più. Buona Pasqua a te famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, questa cosa col pollo impanato e fritto e poi nel saor mi sa che la rifarò presto... magari per questa estate, quando al mare con il mio compagno porto volentieri qualcosa da casa: un bocconcino di questa delizia, e tanta frutta e verdura!

      Elimina
  2. che bontà Monica!
    buona pasqua....simona:)

    RispondiElimina
  3. Deliziosa e gustosa, ti ringrazio e buona pasqua.
    Gianni B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrettanto Gianni, e grazie per i complimenti!!!

      Elimina
  4. mmmm originale e sfiziosa questa ricetta, brava Monica, la proverò! Buona Pasquetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero la ricetta che non ti aspetti: ha tantissimi gusti, ed è molto leggera!

      Elimina
  5. Caspita deve essere squisito! :)
    Colgo l'occasione per farti gli auguri di trascorrere una bella e felice Pasquetta!
    kiss
    www.chaneldea.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti auguri anche a te cara! E grazie!

      Elimina
    2. Che delizioso... magari lo proverò con il pollo...
      Tanti auguri di una Buona Pasqua anche se in ritardo...

      Elimina
    3. Grazie cara, anche a te! Con il pollo credo venga ugualmente buono, anche se non ho ancora sperimentato!

      Elimina
  6. Marina, grazie di cuore per la visita e per esserti unità ai miei lettori! Splendido blog e bellissime ricette, da oggi ti seguo anch'io!
    Questa ricetta é veramente deliziosa, una bontà di profumi e sapori! Bravissima!!!
    Un abbraccio e felice Pasquetta!
    Laura:-):-):-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta allora, e grazie per i complimenti!!!

      Elimina
  7. Che buona questa ricetta mi piace molto l'aggiunta di uvetta. Buona Pasquetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uvetta è immancabile in una ricetta così! :)

      Elimina
  8. Questa ricetta sà tanto di esotico! deve essere gustosa!
    buona Pasquetta
    sabrina

    RispondiElimina
  9. Great blog (pretty design) and interesting post, dear!
    Follow for you! Can you follow me, too?


    xoxo ♥
    www.laura-ss.blogspot.com CLICK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you! And welcome! Your blog is wonderful too!

      Elimina
  10. Uhmmmm.... voglio assolutamente provare questa ricetta!!!!
    Felice Pasquetta cara!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
  11. Io adoro il tacchino e questa ricetta sembra davvero originale! Un modo diverso e più gustoso di fare il solito noioso tacchino! Grazie mille cara!
    www.milleunrossetto.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti è molto diversa dalle classiche ricette, un tacchino così non lo trovi facilmente! :)

      Elimina
  12. una ricetta gustosa ed originale per gustare un buon tacchino la rifaro' molto volentieri certa di un piatto di sicuro successo

    RispondiElimina
  13. ....ma sai che non l'ho mai provato???? ti copio l'idea perchè è gustosa e azzeccata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una cosa molto particolare in effetti, non ho trovato nessuna ricetta simile cercando in rete :)

      Elimina
  14. Il tacchino lo preparo spesso, mi piace molto questa tua versione, è squisitissimo, brava! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  15. Buongiorno,
    hia un interessante e bello blog, holetto anche la tua presentazione ed ho scoperto che abbiamo alcune cose in comune.
    penso di aver preparato dei clamari (potrebbe essre?) fritti e mi sono piaciuti molto, veramente anche alla mia famiglia. Il tacchino non lo amo molto ma il pesce si . Saor mi piace molto anche il nome..
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  16. Grazie per i complimenti, cara!

    RispondiElimina
  17. Sono ingredienti che posseggo ed è una ricetta che mi ha conquistata...ti farò sapere quando la preparerò!

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...