26/09/15

Gnocchi di patate americane

In una delle mie recenti ricette, le tagliatelle fatte in casa ai finferli, vi parlavo di come fare la pasta fresca sia più facile di quanto non sembri. Oggi voglio replicare, proponendovi gli gnocchi che ho fatto un paio di giorni fa. Non la classica ricetta degli gnocchi, però, ma di quelli con le patate americane che io tanto adoro.


E' bello avere un ingrediente che si presta a molteplici interpretazioni, e la patata americana è proprio questo: sta benissimo con i gusti dolci (arrostita con dell'uvetta e poi cosparsa di miele ad esempio) ed anche con quelli salati (lessata, ripassata in padella e servita con l'arrosto della domanica per dirne una). 
Era da parecchio che volevo mettere alla prova la patata americana con gli gnocchi, e dopo qualche tentativo sono finalmente soddisfatta della mia ricetta! Ho dovuto aggiungere della patata tradizionale, per far legare meglio, ed anche un uovo per evitare che gli gnocchi avessero una consistenza limacciosa, ma sono molto soddisfatta. Le spezie aggiunte ed il sugo in cui li ho saltati, tra l'altro, rendono il piatto profumatissimo.
 
 
Ingredienti:

- 600 gr di patate americane
- 170 gr di patate classiche
- un uovo
- 100 gr di farina
- 75 gr di speck
- una zucchina
- una noce di burro
- noce moscata
- un pizzico di sale
- un pizzico di cannella
- mezzo spicchio d'aglio
- olio


Procedimento:

Per prima cosa lessiamo le patate. Normalmente le patate classiche le lesso al microonde, bucherellandole e lasciandole 10-15 minuti alla massima potenza. In questo modo non assorbono tutta l'acqua della bollitura, e l'impasto avrà bisogno di meno farina (il che equivale a gnocchi più buoni). La patata americana tuttavia è troppo fibrosa per un passaggio simile, quindi consiglio di bollirle nel modo tradizionale.

Una volta raffreddate, sbucciate le patate e schiacciatele tutte insieme fino ad ottenere una pasta omogenea e priva di grumi. Usate lo schiacciapatate o il passaverdure, in base alle vostre abitudini o a quello che avete in casa. Aggiungetevi quindi un pizzico di sale, abbondante noce moscata, un pizzico di cannella e l'uovo.

Lavorate l'impasto rigorosamente con le mani, per sentirne la consistenza. Aggiungete gradualmente la farina, senza fretta, fino ad avere un impasto ben lavorabile che non si spezzi o sbricioli. Ricavate quindi da una parte dell'impasto un salsicciotto, tagliatelo a pezzetti e di ogni pezzetto fare una pallina.

Passate gli gnocchi su una forchetta, così che assumano le classiche rigature. Non vi serve nessun attrezzo particolare, il "riga gnocchi" che si trova in vendita nei mercatini è totalmente inutile. Per la dimensione degli gnocchi, consiglio di farli di poco più piccoli di quelli confezionati. Cercate comunque di essere omogenei nella grandezza.

Se è la prima volta che fate gli gnocchi, mettete a bollire un pentolino d'acqua e provate a cuocerne un paio prima di usare tutto l'impasto. Devono reggere bene la cottura, senza rompersi.

Una volta preparati tutti gli gnocchi, cuoceteli in abbondante acqua bollente e salata. E' fondamentale che l'acqua non perda il bollore durante la cottura, quindi buttatene pochi per volta ed usate una pentola più grande di quella che usereste per la pasta. Meglio inoltre aggiungere all'acqua un filo d'olio, così che gli gnocchi non si attacchino tra loro in cottura.

Tenete mescolati gli gnocchi, e scolateli quando vengono a galla. Se li avete fatti di dimensioni diverse, semplicemente alcuni verranno a galla prima degli altri, senza pericolo che ne troviate di crudi.

Per il sugo tagliate sottilmente una zucchina, e riducete a straccetti lo speck. Fondete una noce di burro in una padella antiaderente e cuocetevi la zucchina assieme al mezzo spicchio d'aglio. Prima che la zucchina sia troppo morbida togliete l'aglio ed aggiungete lo speck.

Saltate gli gnocchi appena tolti dall'acqua di cottura, aspettate che dorino leggermente quindi servite ben caldi. A piacere, spolverate con del Grana Padano o simili.


Consigli:

Potete preparare gli gnocchi anche con buon anticipo. Resistono in frigorifero, ben coperti, per un giorno, ma possono anche essere surgelati. In questo secondo caso vanno gettati nell'acqua bollente ancora surgelati, ma con cautela perchè ne abbassano rapidamente la temperatura.

Visto il sapore delle patate dolci, che ricorda le castagne, e le spezie usate negli gnocchi, vi sconsiglio il classico ragù o sugo in rosso. Se volete un sugo più semplice, ripiegate eventualmente sul classico burro e salvia.


31 commenti:

  1. buonissimi i tuoi gnocchi, grazie per questa ottima ricetta.....
    buon we simona

    RispondiElimina
  2. Ciao Carissima, questo piatto di gnocchi è uno spettacolo di bontà e profumi! Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice week end!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, sei sempre gentilissima! ;)

      Elimina
  3. Questa non è una ricetta, è un romanzo! Wow... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più lunga a dirla che a farla, ti assicuro!

      Elimina
  4. Io non ho mai provato ad usare la patata americana, non pensavo neanche che andasse bene per la cucina, invece ho scoperto che si può usare anche quella. grazie e buon week end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero molto buona e versatile, provala e te ne innamorerai!

      Elimina
  5. mmm che buoni questi gnocchi!!Hanno un'aspetto delizioso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anche molto molto profumati!

      Elimina
  6. Mi piacciono molto i gnocchi e questa tua versione con le zucchine che adoro praticamente in ogni modo ...... è bunissima e molto adatta per me. Vorrei proprio provarla.
    Un saluto e buon fine settimana !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala, è deliziosa come sembra! Questi gnocchi tra l'altro si adattano a parecchi sughi diversi, ma sono ottimi anche solo saltati in padella col burro!

      Elimina
  7. Evviva gli gnocchi!! Di tutte le risme e con tutte le salse!
    Con le patate americane non ho ancora provato, bella idea!
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una piacevole variante!!!

      Elimina
  8. Molto gustosi questi gnocchi, complimenti.

    RispondiElimina
  9. Che brava, l'aspetto è davvero invitante!!!
    xo Paola
    Expressyourself
    My Facebook

    RispondiElimina
  10. Bella l'idea delle patate dolci per fare i gnocchi! Penso che te la copierò. Un abbraccio a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai pure! Scrivo apposta per questo! ;) ;) ;)

      Elimina
  11. Per patate americane intendi quelle dolci?
    Mmmm con questa foto mi hai fatto davvero venir fame! *-*
    www.milleunrossetto.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Eccomi qua, non potevo mancare per venire a trovarti. Mi sono aggiunta anche io ai tuoi followers con piacere. Anche il tuo blog è molto interessante. Questo piatto di gnocchi è una meraviglia, tutto da assaporare. Buon inizio di settimana e a presto ! Claudia

    RispondiElimina
  13. Ciao Monica, intanto grazie della visita e del commento al mio blog.. eccomi qui!!!! Buonissime le patate americane.. le ho mangiate per la prima volta nemmeno un anno fa!! Chissà che bontà nell'impasto degli gnocchi! Ottimi! :-D buona giornata.. e torna a trovarmi.. mi farebbe piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! Non so come le hai mangiate, ma se fossi in te le proverei in ogni modo possibile... sono sorprendenti!

      Elimina
  14. ottimo ingrediente la patata americana, provata in altre preparazioni ma con gli gnocchi mi manca!!
    da provare sicuramente.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rende davvero molto bene, e tiene anche alla perfezione la cottura!

      Elimina
  15. Mi dispiace aver risposto ai vostri commenti in ritardo! Avevo risposto a tutti già la settimana scorsa, ma il blog sembra aver cancellato tutto.... spero non capiti più!

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...